Ricostruzione unghie: cos’è, come si fa e tutti i passaggi


Scopriamo insieme in questo articolo tutti gli aspetti più importanti della ricostruzione unghie in gel, la differenza tra gel monofasico e trifasico, come si applica e come si rimuove, quali sono i passaggi corretti per ottenere risultati strepitosi.

I gel monofasici nati per lavorare le unghie in poche passate, per questo sono chiamati anche 3in1. Il gel costruttore, comunemente detto trifasico, è ideale per le onicotecniche “puriste”. La bombatura e la curva a C, non saranno un problema se userai gel di qualità e autolivellanti. Scultura e ricostruzione dell’unghia con il gel trifasico e monofasico? Scopri con me le lavorazioni e tutti i prodotti.

Roberta e Alessia mentre testano i gel Frida

Introduzione

La ricostruzione unghie in gel rappresenta un capitolo importante per il settore estetico, che occupandosi tradizionalmente della bellezza a tutto tondo, ha bisogno di integrare tutti gli aspetti estetici, nonché quelli più strettamente salutistici per le unghie della tua cliente.

L’area della ricostruzione unghie in gel è via via diventata sempre più specializzata fino a divenire una vera e propria professione, alla quale ci si prepara attraverso corsi altamente specializzati e che in alcune regioni è riconosciuta al di fuori dell’ “area estetica”, cioè viene riconosciuta una nuova figura professionale che è quella dell’onicotecnica, che si occupa in modo specialistico delle unghie, della ricostruzione in gel e di tutte le forme di abbellimento e decorazione dell’unghia.

Ricostruzione gel

Unghie in gel: evoluzione di un mondo tutto al femminile

Nel mondo femminile l’arrivo sul mercato di prodotti come gel e acrilici,  ha permesso alle donne di avere unghie perfettamente curate per giorni, senza dover ricorrere alla manicure in maniera ossessiva, o subito dopo aver effettuato il più piccolo lavoro manuale, in quanto è noto come con i vecchi smalti che si usavano una volta, era sufficiente effettuare  una piccola attività che coinvolgesse appena le proprie mani ed ecco l’orribile sbeccatura! Lo smalto non sopportava nemmeno il più piccolo urto! 🥳

Se vogliamo poi aprire una parentesi sui lunghissimi tempi di applicazione e asciugatura, avere le unghie curate ed eventualmente laccate con uno smalto rosso rappresentava, una volta, un sogno per poche donne.

L’arrivo sul mercato dei gel per la ricostruzione unghie ha provocato un vero e proprio cambiamento radicale dei costumi e delle abitudini:  ha rappresentato la vera evoluzione  per tutte le donne che lavorano e che hanno tempi limitati da dedicare alla propria bellezza ma che non intendono rinunciare ad un aspetto curato e alla moda.

◾️ Gel Monofasico o Trifasico, ecco le principali differenze

L’origine della ricostruzione unghie parte dal classico gel trifasico, conosciuto anche con il nome di gel costruttore. La tradizione del trifasico è stata poi soverchiata dall’arrivo del gel monofasico, che rappresenta l’innovazione del prodotto stesso, in quanto  sono nati componenti  più avanzati che hanno permesso di unire in un solo prodotto tutte e tre le parti del precedente.

Fare una ricostruzione unghie sarà un gioco da ragazzi, capire la differenza tra gel monofasico e trifasico è il primo passo.

Gel monofasico: è un gel 3in1, ideale per allungamento refill e bombatura. Facile da stendere e modellare, dotati in contemporanea di una estrema resistenza! Il gel monofasico è l’ideale per una curvatura C e per coprire i difetti dell’unghia naturale. Guarda cosa ti propongo come gel monofasico di Frida 🤗

I gel monofasici:

  • Pro pink: gel monofasico autolivellante, facilmente pinzabile; ottimo per: refill, bombature, frenche e per coprire i difetti dell’unghia naturale. Colore: rosa pastello.
  • Camouflage: gel monofasico autolivellante facilmente pinzabile. Ideale per forme estreme, french e per coprire i difetti dell’unghia. Colore rosa mask coprente.
  • Unifast: gel monofasico denso, nato per allungamento, refill e tip. Ottimo per curve a “c” e bombature. Colore: trasparente.
  • Crystal Pink: gel monofasico denso, nato per allungamento, refill e tip. Ottimo per curve a “c” e bombature. Colore: rosa trasparente.

Gel costruttore o trifasico: è un gel da modellatura e allungamenti estremi, dotato anche lui di una fantastica resistenza.
Questo tipo di gel necessità della base gel, proprio perché non è un gel monofasico. Ti mostro anche qui i gel trifasici di Frida 🤫

I gel trifasici/builder Frida:

  • Clear builder: gel costruttore dalla densità media-viscosa con sistema antigiallo. Elastico e semplice da lavorare, ideale per ricostruzione su unghia naturale o con tip. Colore : trasparente.
  • Sculpting: gel da modellatura denso, dalla forte tenuta e resistenza, ideale per allungamento e struttura. Nasce per unghie difficili e per coprire li imperfezioni dell’unghia naturale.
    Colore: trasparente.
  • Rosa cover: trifasico dalla densità media, ideato per coprire le imperfezioni dell’unghia naturale, ottimo per curva “c” e bombatura. Colore: rosa lattiginoso.
  • Extreme: gel costruttore extra denso, fantastico per gli allungamenti estremi. Colore: trasparente.

◾️ Quale materiale scegliere nella ricostruzione unghie 💅

Per determinare se sia  meglio lavorare con il metodo del gel trifasico o gel monofasico occorre fare una premessa: ricordiamo che ogni onicotecnica acquisisce una manualità e una confidenza con determinati prodotti e si lega quindi ad un certo tipo di approccio, per cui non esiste una vera e propria regola ma esiste una modalità di lavoro che l’onicotecnica ha fatto sua. Ma immagino mia cara che questo tu lo sappia meglio di me! 😉

Quello che possiamo asserire in base alla nostra esperienza, è che normalmente per i lavori di allungamenti estremi più impegnativi si continua a lavorare con il metodo trifasico, mentre per il refill  e piccoli allungamenti, riempimenti si tende ad utilizzare il gel monofasico.

Ho provato ad unire praticità e velocità in un solo prodotto, ottenendo così Hard Builder Refill, (clicca ▶️ QUI per vedere questo innovativo prodotto ), ultra comodo perché in boccetta con pennello incorporato, come se fosse un colore smalto! Un ulteriore innovazione che permette di ottimizzare ancora di più il tuo lavoro da onicotecnica.

Parlando di evoluzioni e rivoluzioni 😁, non dimentichiamo il nuovo Acrygel, un prodotto veramente ottimo che sta rivoluzionando il mondo della ricostruzione unghie. Questo prodotto nasce dall’unione del gel monofasico classico con l’acrilico. Permette di ottenere un’unghia estremamente sottile, di avere allungamenti estremi ad altissima resistenza. Tutto ciò con tempi veramente brevi.

◾️ Quali sono i passaggi per la ricostruzione unghie

Per sapere come si effettua una perfetta ricostruzione unghie in gel è bene frequentare corsi professionali che preparano dal punto di vista teorico e tecnico, approfondiscono l’uso di tutti i materiali e  permettono  anche di fare la giusta pratica al fine di riuscire a portare a termine una buona ricostruzione con tutte le dovute accortezze e nel rispetto dell’unghia della cliente, garantendo così risultati estetici ottimali.

Ad ogni modo, può essere interessante riportare in questa sede quali sono le fasi operative ed i passaggi necessari alla ricostruzione unghie fatta con il gel:

  • preparazione dell’unghia naturale
  • dare la forma all’unghia
  • posizionare la nail form (cartina)
  • applicazione del colore e decorazione
  • rifinitura

1️⃣ Preparazione dell’unghia naturale

Questa è una fase molto importante perché è dalla preparazione dell’unghia che dipende la buona riuscita di tutto il lavoro di ricostruzione. In merito alla fase della manicure ci sono varie filosofie di pensiero in quanto, fondamentalmente, le estetiste e le onicotecniche si dividono in due grandi categorie:

  1. quelle che usano la fresa
  2. quelle che usano solo lime e utensili necessari

Quello che invece trova tutte d’accordo è l’utilizzo della sgorbia per spingere le cuticole, ed eliminare la pelle in eccesso.  Attenzione perché, se si rimuove correttamente tutta la cuticola, la durata del lavoro in gel o semipermanente sarà molto più lunga, in quanto si potrà applicare gel e smalto in un’area più profonda dell’unghia.
Mi permetto di elencarne i passaggi, aggiungendo ii prodotti che servono per la preparazione dell’unghia:

  • vaporizza le mani della cliente con un disinfettante spray Pro Septic
  • applica il Cuticle Remover intorno alle cuticole, dopodichè spingile con lo spingicuticole e toglile l’ipercheratosi con la tronchesina per pelli. Rimuovi il prodotto con un pad asciutto, spruzza nuovamente il Pro septic e asciuga con un pad.
  • dai forma all’unghia ed opacizzala con una lima buffer, infine sgrassa l’unghia con un pad imbebito di cleanser
  • applica una goccia di Primer acido, quest’ultimo è un promotore di aderenza, e lascialo asciugare all’aria per 30 secondi
  • in base al gel che hai scelto, se monofasico o trifasico, applicherai o meno la Base gel

E’ importante ricordare che, oggi come oggi, nella fase di preparazione dell’unghia, per tutti i lavori con gel e semipermanente, non bisogna assolutamente mettere a mollo nell’acqua le mani, perché assorbirebbero troppa acqua che comprometterebbe la buona riuscita dell’applicazione: si rischia infatti che il gel non aderisca bene alla superficie dell’unghia e che questo possa staccarsi con facilità.

2️⃣ Dare la forma all’unghia

La forma viene data con la lima, quindi armiamoci di pazienza 💪.
Occorre infatti, in questa fase, dare la giusta impostazione della forma perché, in seguito, non si potrà modificare più di tanto senza rischiare di rovinarne la rifinitura.

Le forme classiche e più comuni sono: ovale, squadrata e mandorla, mentre squoval, ballerina e stiletto sono le forme che ben si prestano ad una lavorazione con il gel.

Attenzione ad eliminare i residui di polvere con un  pennello morbido, tipo questo ➡️ Qui!

3️⃣ Posizionare la cartina

I passaggi della ricostruzione dell’unghia in gel utilizzando tips o cartine rappresentano il ❤️ di tutto il lavoro, in quanto il gel deve appoggiare su di una superficie prima di polimerizzarsi in lampada. Quindi:

  • posiziona la cartina/nail form sul margine libero dell’unghia
  • con un pennello applica uno strato a smalto per realizzare l’allungamento
  • polimerizza in lampada 60 secondi
  • rimuovi la nail form e procedi con la bombatura
  • polimerizza in lampada 60 secondi
  • sgrassa e modella la forma dell’unghia
  • ripulisci dai residui di polvere, opacizza con la lima buffer e sgrassa nuovamente

La fase di modellatura, con lima o fresa, rappresenta un momento di vera creazione artigianale in quanto è il tuo tocco finale che viene dato dalla tua manualità 😉.

La lima che normalmente si usa è quella con grana 180 mentre, per chi svolge il lavoro con la fresa, occorre usare la punta Fiamma (Middle Flame acquista 🛒Qui) che si usa specificatamente per la modellatura del gel.  Al termine ripulire i residui di polvere.

4️⃣ Applicare smalto semipermanente colorato

Ora l’unghia ricostruita è pronta per essere rifinita con il colore scelto dalla tua cliente. Il colore può essere scelto nella gamma dei semipermanenti, in quanto tutti i prodotti di nuova generazione si combinano e si può sicuramente unire un gel con uno smalto semipermanente.

  • applica il colore scelto e polimerizza in lampada 30 secondi
  • dai una seconda passata e procedi nuovamente con la polimerizzazione in lampada

Scarica la nostra brouchure per vedere le nostre fantastiche nuace 💖 proprio Qui💅

5️⃣ Fase della rifinitura

Fase importantissima è quella della stesura del lucidante, che è un prodotto che serve per sigillare, non è solo estetico. Occorre fare attenzione a richiudere tutti i bordi senza lasciare nessuno spiraglio sprovvisto di lucidante perché ciò potrebbe essere causa di rotture o sbeccature.

  • sigilla con il Top Shine,  oppure per ottenere un effetto ancora più brillante usa il Diamond Gloss
  • polimerizza in lampada 60 secondi
  • infine sgrassa con il cleanser per rimuovere la dispersione

🌟 Magico trucchetto 🌟 per sgrassare invece del cleanser, usa uno dei nostri oli per cuticole Frida; otterrai un effetto ancora più brillante!!

🎬 Tutorial: ricostruzione con gel costruttore

🎬 Tutorial: ricostruzione con gel monofasico Hard builder refill

Ricostruzione di unghie danneggiate

Molte persone si chiedono a cosa serve una ricostruzione, se non solo per un punto di vista estetico, ma vorrei ricordarti che molte persone, sia donne che uomini, hanno diverse problematiche dalla micosi all’onicofagia. Per esempio la pessima abitudine, di mangiarsi le unghie a lungo andare, fa sì che diventi sempre più difficile far ricrescere un unghia naturale bella e forte. Questi sono i casi in cui è bene fare ricorso ad una ricostruzione unghie in gel con cartina o tip. Qui ti metto il link di un bell’articolo che si occupa di approfondire le problematiche delle unghie, clicca qui.

Conclusioni

La manualità e tanta pratica sono fondamentali in questo tipo di lavoro, per ottenere manicure a vera regola d’arte. L’importanza dei corsi professionali, ovviamente oltre ad essere qualificanti, ti aiutano ad acquisire un metodo e velocità di applicazione. Seguendo i nostri tutorial imparerai ad utilizzare i vari tipi di gel, sapendo distinguere se sia più adatto un gel monofasico piuttosto che un trifasico. Inoltre imparerai che ci sono varie modalità di ricostruzione, in base alla forma e ai colori più alla moda.

La scelta dei prodotti giusti non è da sottovalutare, lavorare con prodotti di qualità e un’azienda che ti da assistenza e collaborazione è un tuo diritto!

Al prossimo articolo, mia cara. Spero come sempre di esserti stata d’aiuto.
Un saluto 🤗 da Roberta Ricci.

Recent Content

© 2021 Copyright FridaCosmetics®